Parole di burro francese

On 18 marzo 2013 by Traduzionefrancese.net

L’Italia e la Francia sono due paesi vicini che hanno molto in comune ma anche tante differenze.

Particolare di un panetto di burro francese

Una delle differenze tra l’Italia e la Francia di cui si parla poco è il burro.

In comune, hanno lo stesso appellativo ma le loro differenze sono tali che permettono di capire quasi subito la loro origine, italiana o francese.

La prima differenza che salta agli occhi è il colore : un giallo chiaro (quasi sul bianco) per il burro italiano contro un giallo più affermato, comunemente definito “botton d’oro” per il burro francese.

La seconda differenza si capisce solo assaggiandoli : il burro italiano ha un gusto “light” mentre quello francese è più cremoso e saporito.

La spiegazione è semplice : in Francia e nei paesi che producono burro di ottima qualità, il burro viene prodotto utilizzando latte fresco appena munto. Infatti, in questi paesi, il burro è spessissimo consumato crudo e il suo aspetto/gusto/cremosità conta molto.

In Italia invece, il burro è spesso considerato un sottoprodotto rispetto al Grana Padano e al Parmigiano Reggiano, come lo spiega Dario Bressanini nel suo blog “Scienza in cucina” : “La crema di latte viene separata in condizioni ottimali per la successiva caseificazione del latte parzialmente scremato (per la produzione di Grana Padano e di Parmigiano Reggiano). Queste condizioni di temperature e tempi però, producono una panna che non permette la preparazione di un burro di qualità.

Ciò nonostante, chi non vuole o non può rinunciare ad un burro di qualità pur vivendo in Italia troverà al supermercato un burro italiano di qualità, il burro Occelli, fatto con la panna fresca. In una nota catena di supermercati francesi che comincia con la A, si può acquistare il “beurre d’Isigny”, un burro francese DOP, che soddisferà i palati più esigenti.

 

Copyright © 2013 – 2016 – Traduzionefrancese.net – All rights reserved

 

 

4 Responses to “Parole di burro francese”

  • Pensa che i francesi stanno utilizzando il burro 1889 salato delle Fattorie Fiandino per le loro Gallette Bretoni, trovandolo migliore del loro!

    • Se fosse vero, vorrebbe dire che se un Italiano acquista in Italia un prodotto francese tipico comme le gallette bretoni, alcune di loro potrebbero essere prodotte con del burro italiano…
      Potrebbe anche essere, anche se la Francia, insieme alla Germania, sono i primi produttori europei di burro.

  • Non vedo l ora di assaggiare il beurre D isigny!!!stavo giusto riflettendo in questi giorni che il nuovo burro che ho comprato, perché quello biologico di prima sapeva di aria e l ho cambiato, ha una consistenza leggermente più significativa dell aria ma sicuramente non ti viene voglia di d spalmarlo su una fetta di pane. Oggi lo faccio fuori così assaggio D ISIGNY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy