Lione, una città italiana ?

On 19 giugno 2013 by Traduzionefrancese.net

Lione è una città che ha dei legami con l’Italia, già per il fatto della sua vicinanza geografica : infatti, dista 300 chilometri dal confine italiano.

Il lato italiano di Lione

Per cominciare, bisogna ricordare che è stata fondata dai Romani nel 43 a.C.  Lugdunum (il suo nome romano) era ai tempi la capitale delle Gallie. Oggigiorno, l’anfiteatro romano di Fourvière testimonia la presenza romana : di una capacità di 10.000 persone, è oramai utilizzato per dei concerti.

amphitéatre fourvière

Anfiteatro di Fourvière, Lione


Successivamente, tra il 1460 e il 1575 (e quindi per più di cent’anni), c’è stata una forte presenza italiana nella città di Lione. Si trattava sopratutto di banchieri, di commercianti e di artigiani. La prima manifattura di seta di Lione viene aperta da due Piemontesi e quella di maiolica da un Genovese.

Al livello architetturale, lo stile rinascimentale italiano è ancora un po’ presente a Lione, sopratutto nella galleria dell’Hôtel Bullioud.

hotel bullioud1

Hôtel Bullioud, Lione


Un’altra caratteristica accomuna Lione e l’Italia. E’ la data dell’8 dicembre. Infatti, la festa della Madonna non viene festeggiata in Francia, tranne che a Lione… Si chiama la Fête des Lumières”, cioè la Festa delle Luci e attrae ogni anno un grande numero di turisti (3,5 milioni nel 2012), di cui molti italiani.

lyon 8 dècembre

Festa delle luci, Lione

 

Visitare Lione

Nonostante sia la terza città di Francia, il vantaggio di Lione è che i suoi principali quartieri sono facilmente raggiungibili a piedi o con i trasporti pubblici.

Il centro città viene chiamato la Presqu’Île (la Penisola) perché si trova tra due fiumi, il Rodano et la Saône. Da li, attraversando la Saône, si arriva al magnifico e pittoresco quartiere del Vieux-Lyon (Vecchio Lione); le facciate colorate degli edifici evocano certi borghi italiani.

vieux lyon

Vecchio Lione


Prendendo la funicolare a Saint-Jean, si sale a Fourvière, soprannominata la “collina che prega”, per ammirare Lione dall’alto, dalla Basilica di Fourvière. La visita deve proseguire dalla
collina della Croix-Rousse, quest’ultima nota come la collina che lavora”.

Lyon de fourvière

Lione dalla Basilica di Fourvière

 

Stanchi e affamati dopo questa bella camminata, è arrivato il momento di fare una pausa assaggiando la cucina tipica lionese in un “bouchon” (trattoria tipica di Lione). Bon appétit !

Traduzionefrancese.net

Copyright © 2013 – 2016 – Traduzionefrancese.net – All rights reserved

 

 

Forse potrebbe interessarti anche :

La cucina delle regioni francesi

L’autostrada della vacanza

lyon-france.com

 

 

2 Responses to “Lione, una città italiana ?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy